• Stampa pagina
  • Area riservata
  • Versione alto contrasto
  • Versione standard

Impianti Metano


impianto metano auto costi

 

Guardi il totem dei prezzi: 1,03 euro/kg contro 1,80 euro/litro. 

Guardi il totem dei prezzi: 1,03 euro/kg contro 1,80 euro/litro. Sembrerebbero non esserci ragioni valide per non fiondarsi a montare unimpianto a metano per auto. La realtà, calcolatrice alla mano, può esser ben diversa. Nella ricerca continua del miglior prezzo, del risparmio a tutti i costi, tanti sono affascinati dalle auto a doppia alimentazione benzina-metano.
L’evoluzione della tecnica consente di azzerare le differenze di prestazioni tra la marcia a benzina e quella a metano, specialmente nel caso di motori turbocompressi, tuttavia è proprio sul piano della convenienza che si gioca la partita.

 

 

Introduzione

Impianto a metano per auto. Di cosa si trattaimpianto metano auto schema

Il gas naturale è comunemente denominato metano, anche se si tratta di una miscela di metano e vari gas. Questo viene utilizzato comecombustibile per le vetture in Italia dagli anni trenta. Ciò avvenne perché in quel determinato periodo storico c’era bisogno di trovare soluzioni nuove che permettessero di utilizzare dei carburanti alternativi, come potevano essere appunto il gasogeno e il gas naturale. Il gas naturale compresso a 220 bar è considerato un’alternativa meno inquinante rispetto ad altri carburanti usati per le automobili.

Un impianto a metano ha delle bombole nella parte posteriore della vettura se installato su un’auto dove non era inizialmente previsto, mentre sono posizionate sotto il pianale in caso di modelli con doppia alimentazione di serie. Il metano esce dal serbatoio tramite una valvola e si dirige al motore attraverso una tubazione alta pressione. Nel vano motore si trova il riduttore dove il metano entra e subisce una riduzione di pressione che lo porta da 220 bar alla pressione di alimentazione del motore. In seguito, dal riduttore il metano viene immesso dagli iniettori nel condotto di aspirazione, attraversa le valvole e scoppia nella camera di combustione.

Come funzionaimpianto metano auto moderno

L’installazione dell’impianto consente di avere un’auto bifuel che si può muovere sia benzina che a metano, basta premere l’apposito tasto.

 

L’avviamento avviene sempre in modalità benzina, per poi passare all’alimentazione a metano. Lo stoccaggio nelle bombole avviene ad alta pressione, molto superiore a quella delle auto benzina-gpl, infatti, i valori sono di circa 220 bar, il che costituisce anche un elemento di maggior costo dell’impianto a metano rispetto a quello a gpl. Le bombole sono più pesanti e devono resistere fino a 300 bar.
Il metano viene erogato dai distributori allo stato gassoso e l’equivalenza tra un chilo di metano e un litro di benzina è di circa 1:1,7.

L’autonomia della vettura dipende dalla capacità delle bombole, che può arrivare anche a 50 kg. Mediamente la percorrenza a metano è superiore del 20-25% rispetto all’auto alimentata a benzina e si posiziona tra i 200 e 400 chilometri. Il tutto a fronte di una perdita di potenza tra il 10 e 15%.

Per quanti fossero preoccupati dalla sicurezza di un’auto alimentata a metano, la normativa è molto stringente e obbliga i produttori a predisporre opportuni sistemi che impediscano la fuoriuscita e l’esplosione delle bombole. Delle valvole bloccano l’erogazione del gas in caso di problemi, come anche allo spegnimento del motore.
Il parcheggio, poi, di un’auto a metano in luoghi chiusi può avvenire fino al primo piano interrato, viceversa possono sussistere delle limitazioni da parte di parcheggi privati.